Una scelta biologica e ecosostenibile

Una storia di
amore e rispetto
per la Terra

A Giavera del Montello, nel nord est della provincia di Treviso, i fratelli Breitenberger definiscono l’orientamento dell’azienda basando la propria attività e filosofia imprenditoriale sulla valorizzazione dei prodotti locali e sull’ecosostenibilità.

Manuel e Philipp Breitenberger si fanno interpreti di uno stile di vita ecosostenibile, creando un’azienda giovane, attenta al territorio e alla propria impronta ambientale.

La scelta di portare avanti la piantagione di famiglia secondo i metodi dell’agricoltura biologica, si unisce alla tenacia dei due giovani titolari e alla voglia di innovare e valorizzare il prodotto.

Le 3 parole che descrivono Kiwiny sono: biologico, semplice e giovane.

Biologico, semplice e giovane

L’innovazione, la ricerca e la voglia di sperimentare nuove opportunità sono alla base dello spirito imprenditoriale di Philipp e Manuel Breitenberger, giovani e dinamiche guide di Kiwiny.

L’apertura e la curiosità nei confronti di ambiti e settori diversi rispetto a quello strettamente aziendale, hanno condotto alla scoperta di nuove potenzialità e nuovi mercati.

Partecipazione a eventi di interesse culturale mondiale, come Biennale di Venezia e Cannes International Film Festival, e presenza ad eventi noti della comunità localeil brand Kiwiny si fa conoscere all’estero, mentre tiene il cuore nel proprio territorio.

Nascono così le collaborazioni con realtà locali, tra cui la pluriennale presenza al Treviso Yoga Day, il MarketersDay e il Cortinametraggio.

Dalla piantagione alla bottiglia, il kiwi con Kiwiny si rinnova

Dieci ettari di piantagioni coltivati secondo il metodo dell’agricoltura biologica producono due tipologie di kiwi, Hayward e Soreli Gold, senza usare sostanze chimiche di sintesi e nel rispetto della certificazione biologica.

Da questa logica di trasparenza e di rispetto per l’ambiente e per l’uomo, nascono anche le tre linee di trasformati: Kiwiny Smoothie, Kiwiny Jam e Kiwiny Juice.

La cura e la dedizione con cui viene svolto l’intero processo produttivo si sommano alla ottimale composizione dei terreni e all’esperienza nella lavorazione, per dar vita a prodotti unici, riconoscibili e di alta qualità.

Cosa significa “essere BIO”

Ancora prima che le piantagioni di kiwi trovassero casa a Giavera del Montello (Treviso), la famiglia Breitenberger abbraccia i valori dell’ecosostenibilità e coltiva la passione per un frutto vocato per natura al Bio!

Da metà anni ‘90, la fertile terra sotto il Montello ospita i kiwi verdi coltivati con metodi biologici: la piantumazione o l’uso di canne poste alla base delle piante, per proteggerle dal freddo.

La certificazione biologica arriva nel 2008, quando Manuel e Philipp scendono in campo e creano una piccola azienda attenta al locale, che esporta in Europa e nel mondo (addirittura in Australia!).

La crescita dell’impresa dei fratelli Breitenberger li porta a scelte da fare in termini di sostenibilità:

  • mettere un impianto fotovoltaico di 100 kw
  • usare cassette per i kiwi in cartone ecocompatibile
  • optare per frullati di kiwi in bottiglie di vetro
  • trovare i brick ELOPAK per i succhi al kiwi

Treviso, una perla del Veneto

Non tutti sanno che l’Italia è tra i primi produttori al mondo di kiwi, seconda solo alla Cina.

Non tutti sanno che il kiwi vive molto bene in Lazio, Piemonte, Emilia-Romagna, Veneto e Calabria.

E ancora non tutti sanno che in Veneto, nell’area nord del trevigiano, una serie di elementi naturali aiutano la crescita del kiwi: la disponibilità di acqua di risorgiva, la composizione del terreno e il microclima dovuto alla sua collocazione sotto il Montello, un rilievo collinare.